06/12/2017 - Aula Magna - ore 14

FOGGIA - Il diritto all’istruzione e alla formazione degli studenti con disabilità


La crisi economica degli ultimi anni, i vincoli europei imposti alle politiche nazionali e la costituzionalizzazione del cosiddetto pareggio di bilancio (art. 81 Cost.) sono alcuni dei fattori che hanno contribuito a rendere, nel tempo, le scelte legislative per la garanzia dei diritti all'istruzione e alla formazione dei disabili sempre più restrittive. Ne sono esempio la riduzione, spesso drastica, delle ore di sostegno agli alunni con disabilità (su cui si registrano diversi contenziosi in tutta Italia) e la riduzione dei servizi di trasporto scolastico dei disabili.

Sul delicato tema dei rapporti tra il principio dell’equilibrio finanziario, destinato a imporsi anche sull’autonomia finanziaria degli enti locali, e gli incomprimibili diritti alle prestazioni sociali per i disabili, si è pronunciata di recente la Corte costituzionale (sentenza n. 275 del 16 dicembre 2016).

In questo scenario si inserisce anche il d.lgs. 13 aprile 2017, n. 66, sulla «promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità», che, pur dichiarando obiettivi importanti in tema di «strategie educative e didattiche finalizzate allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno, nel rispetto del diritto all'autodeterminazione e all'accomodamento ragionevole, nella prospettiva della migliore qualità di vita», presenta non poche criticità sul piano operativo.

Programma


Inserito il 06/11/2017

member of
disclaimer credits privacy
Creative Commons License